Creare un sito web professionale

08 gennaio 2017

Per creare un sito web professionale hai bisogno di un professionista che sappia creare un sito da zero ed ottimizzarlo al massimo sia per i visitatori che per i motori di ricerca.

Se decidi di creare un sito web da zero con le tue mani, segui questa guida per scoprire da dove iniziare. Ma se non hai la più pallida idea di cosa stai facendo, allora chiedimi un preventivo.

Crea un sito web professionale

Per chi è adatta questa guida:

  • Per coloro che hanno voglia di mettersi in gioco
  • Per chi ha intenzioni serie di aprire un sito internet
  • Per chi sa l’importanza di avere un sito

Per chi non è adatto questo tutorial:

  • Per chi non ha tempo e pensa di poter creare un sito internet in pochi minuti
  • Per coloro che pensano che aprire un blog significhi installare WordPress, tanto poi fa tutto lui…

In questa guida per creare un sito web ti spiegherò:

  1. l’importanza di acquistare l’hosting migliore
  2. come si crea un sito
  3. le caratteristiche di un sito web professionale
  4. perchè il contenuto è importante
  5. come essere trovati su Google

01. Il migliore hosting per creare un sito web professionale

Il punto di partenza è l’hosting. Detto in una manciata di parole l’hosting è un servizio online che ospita il tuo spazio web nel suo server.

Per capire meglio fai finta che l’hosting sia un computer che conserva i tuoi documenti nel suo hard disk. Chiaro, no?

Esistono due categorie di hosting: l’hosting economico e l’hosting professionale.

Vuoi raggiungere dei grandi obiettivi? Vuoi creare un sito di successo?

Se vuoi creare un sito di successo devi acquistare un hosting professionale che sappia garantirti velocità, sicurezza e soprattutto una tempestiva assistenza.

Il migliore hosting per creare un sito di successo è Siteground, non te lo dico tanto per dire. Te lo consiglio perchè io lo uso per la maggior parte dei miei progetti. Anche il mio blog è hostato su Siteground.

Hai intenzione di creare un blog od un’e-commerce? Al 99% utilizzerai un CMS come WordPress e quindi avrai bisogno di una marcia in più ,e Siteground, credimi, è uno dei servizi hosting migliore che tu possa trovare.

Come acquistare uno spazio web su Siteground

Migliore hosting per creare un sito web

Sono previsti 3 piani: StartUp, GrowBig e GoGeek. Personalmente utilizzo GoGeek perchè ho più siti web che rientrano nelle 100.000 visite mensili.

Per iniziare il piano StartUp è perfetto.
A meno di 4  al mese

  • 10 GB di spazio (sono un’enormità per un singolo sito)
  • Dominio gratis compreso nel prezzo
  • Backup giornalieri gratis
  • Supporto gratis 24h
  • cPanel
  • Cloudflare gratis (ne ho parlato nell’articolo su come aumentare la velocità di WordPress)
  • E-mail illimitate
  • Sotto domini illimitati

Dopo aver scelto il piano, scegli se registrare un nuovo dominio oppure se ne hai già uno e desideri trasferirlo gratuitamente. Clicca su “proceed”.

Migliore hosting sito web

Clicca sull’immagine per ingrandirla

Dopo aver compilato i dati per creare un nuovo account, devi fornire i tuoi dati personali per registrare il dominio. Successivamente ti verranno chiesti i dati per il pagamento.

In Purchase information verifica che il Data Center sia impostato su “Amsterdam (NL)” e per finire prosegui con il pagamento cliccando su “Pay now”.

Come hai visto è facilissimo acquistare uno spazio web con dominio. In 3 passaggi avrai subito il tuo sito online.

02. Come si crea un sito da zero

Hai scelto di creare un blog dove scrivere i tuoi pensieri e far conoscere le tue idee? Non devi essere necessariamente un guru per installare WordPress. Nell’articolo che ti ho appena linkato, ti mostro come avviare un’installazione manuale.

Non hai molta familiarità con i linguaggi di programmazione?

Vuoi creare un blog fai da te?

Acquistando un piano hosting su Siteground, potrai installare in automatico WordPress e per farlo clicca su “My Account” e successivamente sul bottone “Go to cPanel”.

Come vedi ci sono diversi CMS autoinstallanti. Per creare un blog semplice e con una grafica di base devi scegliere “WordPress“.

Anche io ho creato il mio sito web (si proprio quello che stai vedendo adesso) con WordPress. Ti piace? Vuoi un tema simile al mio? fammelo sapere

In realtà WordPress è così versatile che può essere utilizzato in moltissimi progetti. Puoi creare un blog dove postare i tuoi articoli, una directory, un’e-commerce dove vendere i tuoi prodotti od un semplice sito vetrina per far conoscere la tua azienda in tutto il web.

Non ha importanza se il tuo sito è stato creato con php e css puro o con un CMS, quello che è importante è il risultato.

03. Come deve essere un sito e quali sono gli elementi che non devono mancare

Arriviamo subito al punto più caliente dell’articolo. Come ti ho già accennato qualche istante fa il nostro obiettivo principale è il risultato.

Un sito web professionale deve avere queste caratteristiche:

  • responsive: il sito deve essere responsive, ovvero adattarsi a tutti i dispositivi (smartphone e tablet compresi). Per creare un sito web responsive utilizzo Bootstrap, un framework utile per creare delle pagine web che si adattano alla dimensione del monitor.
  • veloce: la velocità di caricamento delle pagine influisce notevolmente sull’esperienza utente. Se il sito non si apre in meno di 2 secondi è molto probabile che il visitatore scapperà. Senza contare che Google ti penalizzerà nei risultati delle ricerche catalogandoti come “troppo lento”.
    Hai già letto il mio articolo su come velocizzare WordPress?
  • user experience: tradotto in italiano significa “esperienza utente”. Fai in modo che il sito sia facilmente navigabile, che il contenuto delle pagine sia di facile comprensione. Se riuscirai a suscitare interesse nell’utente, molto probabilmente, quest’ultimo, vorrà approfondire l’argomento cliccando sulle altre pagine del tuo sito e condividerà il contenuto tramite i social.
  • bello: eh si, un sito deve essere bello da vedere e soprattutto piacevole da navigare. Utilizza dei colori tenui. L’era del web 1.0 è terminata già da un po’ e con sè ha portato via tutti qui colori sgargianti ed immagini brillantinate!

Gli elementi che non devono mancare in un sito web:

  1. Il menù in alto, above the fold e preferibilmente in orizzontale, accanto al logo. Non stravolgiamo la struttura della pagina per rendere più figo il sito. La barra di navigazione deve essere posizionata lì dove l’utente è abituato a trovarla.
  2. Il footer alla fine della pagina con nome dell’azienda o della persona. Se hai aperto un negozio online, devi esporre il numero della partita iva. Comunque se sei un freelance aggiungi la partita iva, da un tocco di serietà in più. Il visitatore capisce che hai un’attività e quindi sei un professionista.
  3. Il link alla pagina Contatti o direttamente il modulo dei contatti (al limite va bene anche l’indirizzo e-mail).
  4. Una sitemap (ne parlerò nel passaggio numero 5).
  5. Se sei un freelance ed offri un servizio online, come ad esempio nel mio caso, crea una pagina in cui spieghi chi sei, in cosa consiste il tuo lavoro e mostra i tuoi ultimi lavori. Soprattutto se sei nel campo del design, è importante far vedere subito di cosa sei capace.
    In generale, se offri un servizio sarebbe opportuno avere una pagina Chi Siamo.

04. Creare un sito: come devono essere i contenuti

Come ti ho già detto un sito deve essere anche bello, ma focalizza la tua attenzione sui contenuti. Perchè un visitatore dovrebbe continuare a leggere la tua pagina web?

Hai poche righe per “intrappolare” l’utente e farlo rimanere appiccicato al monitor del computer. Utilizza l’above the fold (cioè lo spazio superiore che riesci a vedere prima dello scroll della pagina) per rendere chiaro sin da subito il contenuto della pagina.

Come non far annoiare il lettore

  • Non formattare i paragrafi con lo stile “giustificato”. A te sembrerà più pulito, ma al lettore sembrerà una mattonella di testo.
  • Uno spazio equilibrato tra un paragrafo e l’altro fa respirare il testo.
  • Evidenzia le parole più importanti con il grassetto (<strong>) e dove necessario dai un po’ di colore.
  • I paragrafi non dovrebbero essere più lunghi di 4 righe. Spezzali!
  • Rendi visibili i link! Se vuoi che l’utente clicchi su un link: coloralo, sottolinealo, mettilo in grassetto, insomma distinguilo dal testo.
  • Non dimenticare di utilizzare le immagini. Se scrivi un articolo lungo, di tanto in tanto spezza il testo con un’immagine significativa.
  • Utilizza i sottotitoli in h2 e h3. Per rendere il contenuto più comprensibile utilizza dei sottotitoli con un font-size più grande rispetto al testo. Se per esempio il testo ha un font-size di 18 px, imposta i sottotitoli a 24 px.
  • Utilizza le liste puntate o numerate per elencare dei servizi o delle caratteristiche proprio come sto facendo io in questo momento. Ti stai mica annoiando? Guarda che non puoi rispondere di si perchè hai già letto più di 1000 parole!
  • Non utilizzare un background nero (#000) con un testo bianco puro (#fff) se non vuoi che gli utenti perdano la vista o che scappino in 3 secondi. Se utilizzi un background bianco ti consiglio di colorare il testo con un grigio scuro (#444 oppure #555), non ti consiglio di utilizzare un #000 per il testo proprio per evitare un contrasto eccessivo. Il testo deve essere leggibile, ma non esagerare.

contenuto motori di ricerca

05. Crea un sito da zero e fallo apparire su Google

Senza il nostro amico Google non si va da nessuna parte. Più del 90% degli italiani utilizzano Google come motore di ricerca. Perciò scusami se ti dico che se non riesci ad apparire nella prima o seconda pagina dei risultati di ricerca non concludi nulla!

Come avrai già notato sto cercando di darti un’infarinatura generale e quindi in ogni punto (siamo arrivati al 5°) ti ho fatto un riassunto di ciò che serve per creare un sito web professionale.

Ti voglio dunque parlare di Google e della SEO. Quest’ultimo acronimo significa Search Engine Optimization ed è una “tecnica” utilizzata per migliorare il contenuto di un sito web affinchè in primis risulti interessante per i “visitatori umani” ed in secondo luogo che venga catalogato come “rilevante” da Google.

Insomma, dobbiamo scrivere contenuti che soddisfino le richieste dell’utente.

Immagina di cercare su Google la seguente frase “Ricetta lasagna”, di cliccare su un risultato, iniziare a leggere l’articolo e capire subito che non c’è alcuna ricetta. Che fai? Clicchi subito su X?

Scriviamo degli articoli freschi (non presi dal frigo, ma “nuovi”). NON copiare. Questo è il must del copywriting. Non devi assolutamente copiare, te lo ripeto, non copiare!!! A parte il fatto che non è etico, ma sai cosa succede se Google ti becca a copiare?

Ti mette un brutto voto e ti fa scendere dalla serp fino ad escluderti dai suoi risultati. E se le pagine interessate/copiate sono tante, vuoi scommettere che penalizza l’intero sito?

Come creare un contenuto ottimizzato per i motori di ricerca (Google)?

Questo è un tasto dolente, te lo anticipo sin da ora. Se vuoi fare un’ottimizzazione on site fai da te hai tanto lavoro da fare, tanti test da effettuare e tanta pazienza da tirar fuori!

  1. Scrivi un titolo descrittivo che preannunci l’argomento della pagina.
    Il titolo di cui parlo è quello che si trova tra i tag <title> dell’head nella sorgente HTML 😐
  2. Utilizza il meta description per fare una presentazione dell’articolo. Utilizza anche delle call to action per stimolare l’interesse del visitatore.
  3. The content is Queen (basta con sto King!!!). Il contenuto è importante al fine di un buon posizionamento sui motori di ricerca.
    Come ti avevo già anticipato, il contenuto deve essere nuovo, originale, non scopiazzato, veramente utile e deve contenere le parole chiave con le quali vogliamo farci trovare nei risultati dei motori di ricerca.
    Il testo dovrebbe avere una lunghezza di almeno 300 parole, anche se per certi articoli dobbiamo inoltrarci verso le 1000 parole o più. In questo caso dobbiamo tener conto anche dei nostri concorrenti.
  4. Crea una sitemap. Se utilizzi WordPress è semplicissimo. Installa il plugin SEO by Yoast e crea la tua sitemap.xml
    Dopo averla creata, inviala alla Search Console di Google.

Cosa ti serve per creare un sito?

Un sito web in molti casi è necessario per raggiungere maggiori clienti, per incrementare le vendite, per farsi conoscere in tutto il mondo.

Per creare un sito professionale sarebbe opportuno rivolgersi ad un esperto, ma se credi di essere capace o se semplicemente vuoi sperimentare e vedere cosa succede, parti dal migliore hosting.

Crea un sito bello ma anche efficace. Fai molta attenzione al contenuto (fresco ed interessante).

Fatti conoscere sul web e fai in modo che il tuo sito appaia nei risultati dei motori di ricerca.

Etichette: ,

Lascia un commento

* Nome ed e-mail sono obbligatori