Come far conoscere il tuo blog ed incrementare le visite

aumentare visite blog

Mettiamo il caso che tu abbia già un blog e che il contatore del traffico sia costante da diverso tempo: non va né su né giù, insomma le visite del tuo blog sono statiche.

Il tuo obiettivo è quello di far conoscere il tuo blog in modo tale da aumentarne la visibilità e di incrementarne le visite.

Ho già affrontato l’argomento su come ottenere visite in un sito web (se vuoi dargli una lettura), ora però voglio mostrarti come migliorare la visibilità di un blog che già possiedi.

Prima, però, di andare a scoprire quali strategie utilizzare, analizziamo quali potrebbero essere i motivi per cui le visite sono rimaste costanti nel tempo e non sono cresciute.

Motivi per cui le visite del tuo blog non aumentano:

  1. Non invii la sitemap a Google
  2. Non crei contenuti di qualità
  3. Pubblichi una volta ogni morte di Papa
  4. Gli articoli del tuo blog non sono connessi correttamente tra di loro
  5. Ti affidi solo a Google e non consideri altri canali
  6. Non hai fatto una ricerca di parole chiave
  7. Non hai nemmeno un backlink
  8. Pretendi di ricevere prima ancora di dare
  9. Dopo aver scritto 10 articoli, hai mollato

Ti ritrovi in alcuni dei punti qui sopra citati?

Se la risposta è sì, non esitare a leggere le strategie che ti consentiranno di migliorare la visibilità del blog ed aumentare il traffico, per davvero.

Migliora la SEO del blog

Per ottenere più traffico sul tuo blog devi puntare quasi tutto sulla SEO.

L’obiettivo principale è quello di ricevere tante visite da Google.

E per farlo è necessario che il tuo blog sia ottimizzato per i motori di ricerca.

Come ottimizzare i contenuti del blog lato SEO:

  • Meta tag title e description: il tuo blog WordPress di default non ha i campi per gestire i meta tag title e description (dati che appaiono nei risultati dei motori di ricerca), per cui devi installare un plugin WordPress come Yoast.
  • Primo paragrafo: fai in modo che nelle prime righe del testo si capisca subito l’argomento trattato, utilizzando anche la parola chiave principale o correlata.
  • Titoli e sottotitoli: un testo, soprattutto se corposo, ha bisogno di essere spezzettato in più sezioni. Proprio come accade con i capitoli di un libro, i sottotitoli ci indicano l’inizio di un nuovo argomento. Utilizza H2 e H3 per i titoli e sottotitoli, in modo gerarchico.
  • Tabella dei contenuti: negli articoli pillar (completi, corposi) riporta un sommario con ancorati tutti i titoli presenti nel testo. In questo modo gli utenti potranno saltare subito al contenuto di maggiore interesse.
  • Link interni: all’interno dell’articolo inserisci dei link verso altri articoli del tuo blog. Invierai dei forti segnali a Google, aiutandolo a scansionare le pagine del tuo sito. Nei link inserisci le parole chiave per cui vuoi che si posizioni quella pagina (es. Nella mia guida SEO troverai altre tecniche da mettere subito in pratica).

Sfoltisci / dai vita ai vecchi articoli

Se le visite del tuo sito sono ferme con le quattro frecce, potrebbe significare che i vecchi articoli sono obsoleti od hanno bisogno di una sfoltita.

Cosa fare per smuovere il traffico dei vecchi articoli del tuo blog:

  1. Apri Google Analytics
  2. Visualizza tutte le pagine viste negli ultimi 3 mesi
  3. Prendi nota delle pagine che hanno ricevuto pochissime visite
  4. Verifica che i testi comprendano le parole chiave con cui vuoi farti trovare su Google
  5. Accertati che siano linkate – da altri articoli del tuo blog – con parole chiave rilevanti
  6. Riscrivi o modifica porzioni del testo che ritieni obsoleti ed invia l’URL alla Search Console per una revisione
  7. Butta via nel cestino quelle pagine che non hanno né arte e né parte, ovvero che sono state pubblicate un miliardo di anni fa, sono scritte in aramaico e non appartengono più al tuo modo di scrivere, non sono posizionate nemmeno per una parola chiave.

Attenzione a non sforbiciare troppo!

I motivi per cui alcune pagine del tuo sito non hanno ancora ricevuto visite potrebbero essere:

  • sono contenuti nuovi
  • Google non le ha ancora indicizzate
  • Google non le ritiene rilevanti
  • si aprono lentamente come la morte
  • si trovano negli infimi sotterranei del tuo blog e non sono facilmente raggiungibili

Verifica l’user experience

Per aumentare il traffico del tuo blog dobbiamo garantire anche una buona UX (esperienza utente) ai visitatori che vi navigano all’interno.

Il tuo blog è a prova di user experience?

Vediamolo con queste domande:

  • Se l’utente si trova in home page, quanti click deve fare prima di arrivare ad un articolo del tuo blog?
  • Il tuo blog si apre in meno di 3 secondi?
  • Il testo degli articoli è facilmente leggibile?
  • All’interno degli articoli ci sono dei link rotti, cioè che non funzionano più?
  • Nel blog ci sono dei popup che interrompono la lettura dell’utente?
  • Ogni articolo dà una soluzione alla domanda o al dubbio dell’utente?
  • Gli articoli sono veramente utili per i tuoi utenti o sono scritti solo per i motori di ricerca?

Hai bisogno di una mano per analizzare il tuo sito? Ask Gloria è il mio nuovo servizio.

Crea un piano editoriale

Tu vorresti aumentare la visibilità del tuo blog senza aver creato prima un piano editoriale contenente tutti gli articoli da pubblicare da oggi fino a Santo Stefano?

Ok, non dobbiamo per forza pianificare gli articoli per un anno intero, però sicuramente dobbiamo iniziare a programmare i post da pubblicare nelle prossime settimane.

Grazie ad un piano editoriale sapremo in anticipo quali argomenti trattare, come collegarli tra loro (grazie anche ai link interni); creeremo una strategia solida che ci consentirà di posizionarci su Google e di aumentare le visite del blog.

Pubblica costantemente e periodicamente

Una strategia must to do per entrare nelle grazie di Google, incrementare il traffico del sito ed aumentare le possibilità di far conoscere il blog al nostro cliente ideale è quella di pubblicare periodicamente.

Qui ci riallacciamo all’idea di sviluppare un piano editoriale.

Se ad un certo punto smetti di pubblicare, Google penserà che tu abbia mollato tutto e ti sia trasferito ad Honolulu.

Scrivere su un blog non deve essere paragonato ad un carcere a vita.

Se ti senti incatenatə allora smetti semplicemente di scrivere, cambia argomenti oppure delega la scrittura ad unə copywriter professionista.

Quale delle 3 scegli?

Pubblicando periodicamente (es. un articolo a settimana) darai un forte segnale a Google e lo abituerai a ricevere costantemente dei contenuti freschi.

Il blog è una parte fondamentale del tuo business digitale: ti aiuta a portare del traffico cosciente dei propri desideri sul tuo sito, senza spendere un centesimo in ads.

P.S. se hai bisogno di schiarirti le idee sul piano editoriale, sugli argomenti da trattare o sulle parole chiave da utilizzare, chiedi a me.

Fatti linkare da altri siti

Una delle maggiori tecniche per aumentare la visibilità del tuo blog e posizionarti nella prima pagina di Google è la link building.

La strategia consiste nel farsi linkare da altri siti che trattano argomenti simili al tuo.

In cambio di un guest post (un articolo ospitato) di grande qualità e risolutivo, ottieni un link verso una pagina del tuo sito.

I link esterni sono uno dei tanti fattori di ranking di Google, ovvero quegli elementi che ti consentono di essere posizionato nei primi risultati nel motore di ricerca.

Devi per forza chiedere un guest post? No. Infatti se scrivi degli articoli di altissima qualità, potresti ricevere delle menzioni o dei link spontanei verso l’articolo.

Offri un freebie

Una delle strategie di maggior successo per attrarre clienti potenzialmente interessati al tuo prodotto è offrire un lead magnet.

Si tratta di una risorsa gratuita o trial da inviare agli utenti in cambio del loro indirizzo email. Un tipo particolare di lead magnet è il freebie, che probabilmente avrai sentito nominare anche su Instragram.

Come può esserci utile un freebie per aumentare il traffico del blog?

Dopo aver creato una risorsa di valore dovrai condividerla con il tuo pubblico. Se ad esempio hai un profilo Instragram, potrai parlare del freebie tramite i post oppure le storie.

Inserisci il link al blog all’interno del freebie in modo tale da indurre gli utenti ad approfondire l’argomento.

Ti consiglio però di non inviare semplicemente il freebie via DM, ma di chiedere l’iscrizione ad un form. In questo modo darai il freebie in cambio dell’indirizzo email dell’utente che potrai successivamente contattare.

Scarica il mio freebie di Saturno per approfondire questa strategia.

Aumenta le visite attraverso la newsletter

Se non hai ancora una lista contatti, è arrivato il momento di crearne una.

Con la lista contatti potrai inviare delle newsletter ai tuoi utenti e potrai aggiornarli ogni qualvolta che avrai pubblicato un nuovo articolo.

Grazie a questa strategia potrai aumentare le visite del tuo blog.

Fai conoscere il blog tramite i social

Un ottimo metodo per aumentare la visibilità del tuo blog è quello di pubblicare delle storie o dei post in cui la call to action induce l’utente ad aprire e leggere l’articolo del blog.

Fai sapere ai tuoi followers che hai scritto un nuovo contenuto. Parla ai tuoi seguaci di alcuni concetti e chiedigli di approfondire l’argomento leggendo per intero l’articolo.

Gloria Ingrassia

Attraverso strumenti e strategie semplici aiuto i professionisti a raggiungere la proprià libertà con la creazione di un business digitale. Amo viaggiare; credo nella semplicità e nell’unicità.

Lascia un commento